Semel in anno licet insanire

 
 
Non capisco perchè il torrido clima di questi giorni, invece di sedare gli animi e infiacchire i corpi, abbia degli strani effetti collaterali…
Incurante del saggio detto latino appena citato, non faccio che avere un colpo di testa dopo l’altro (saranno i risultati della capoccia al sole?) e ammazzarmi di fatica in palestra e nei parchi, gestendo nel frattempo un’intensa vita professionale che mi porta a fare il giro d’Italia in un giorno (tanto per mantenere la parvenza di essere una persona seria).
E non sono la sola: qualcuno al nono mese di gravidanza continua imperturbabile a guidare in maniera sportiva, a scavalcare catene trotterellando, a sbevazzare i drink altrui con la scusa del caldo…
Che dire di un emozionante aggiornamento dell’ultimo minuto: la mia bellissima maglietta "night nurse" (sì, avete capito bene l’allusione) da celeste è appena diventata bianca…
 
Mah, forse è valida la frase che Ashley Wilkes disse a Rossella o’Hara: "Rossella, voi avete quell’ansia di vivere che io non ho".
 
Ave atque vale dalla fanciulla con addominali di ferro e un grande cuore
 
P.S.
E poi il finale di Harry Potter svelato no…è veramente troppo!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Roma. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...