Richard Gere


Il mio fidanzato e’ un uomo che combatte il credit crunch con inventiva. Ispiratosi al suo omonimo in uno dei suoi film piu’ famosi, tempo fa decise di andare a puttane. Ops, quello era "Pretty Woman", qui parliamo di un altro grande classico, scusate!

E comunque siete degli stronzi se avete creduto, fosse solo per un attimo, che il mio ragazzo vada a mignotte. Voglio dire, quando io cucino anche la carbonara! (Se c’e’ una cosa che non amo, e’ vantarmi velatamente dell’alto livello delle mie prestazioni sessuali, sappiatelo)

Tornando a noi, non potendo nominare il film per i soliti fastidiosi problemi di censura, abbiate la compiacenza di intuirne il titolo da soli e proseguiamo il racconto. Babe decise di diventare un accompagnatore. Part time. Negandolo a parole ma facendo trapelare dal suo sorriso che si ritiene belloccio, simpatico e fascinoso, aveva pensato che un mestiere del genere gli avrebbe fruttato in breve tempo una montagna di denaro. Cosi’ si iscrisse ad un’agenzia specializzata e fu contattato da una gentile signorina per verificare la sua disponibilita’ alle seguenti opzioni:

       Pranzo fuori?

–   Si’, no problems.

      – Cena fuori?

      – Idem.

      – Feste e incontri con molte persone?

       -Assolutamente.

      Notte?

      – Ho gia’ detto che sono disponibile la sera, come mai lo richiedete?

      – Intendiamo sesso con le vecchie (qui ci starebbe la facile battuta “e con Berlusconi”, ma ormai questa storia ha stufato dunque non la faccio).

          -click-

Insomma, il nostro cambio’ idea. Mi ha raccontato questo aneddoto davanti a un piatto di calamari fritti, vi giuro che non riesco piu’ a guardarli con gli stessi occhi da allora. Gli ho chiesto se, nel caso remoto in cui qualcuno lo contattasse solo per fare compagnia, senza pretendere il dessert (come lui fiducioso sperava), accetterebbe. Per raggranellare qualche soldino intrattenendo con le sue simpatiche chiacchiere una ricca e sola nonnina, ho aggiunto innocentemente allo scopo di tendergli un perfido tranello. “Giammai!” ha risposto, “sarebbe immorale ed oltremodo irrispettoso nei tuoi confronti, o dulcinea”.

Sospetto che abbia sgamato la mia infida trappola e abbia risposto facendo il paraculo.

Mi domando anche: tradotto su Google, il senso di questo post è davvero efficacemente celato dal non aver nominato il film del mistero? Se scriverò ancora saprete la risposta…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ammore. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Richard Gere

  1. Pingback: The End | Tacchi alti e sampietrini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...