V per Venditti

Una nuova,
spumeggiante serie di post e’ alle porte, per ricompensarvi della spasmodica e
disperata attesa durante la mia assenza da questi schermi (perche’ eravate
disperati, vero?).

Iniziamo con le
dichiarazioni d’amore, un tema evergreen che
vi ingolosira’ di certo. Scenario: io e Babe, una domenica passata ad
assisterlo nei suoi postumi per il mio compleanno. Babe, sia benedetta
la sua ignoranza dell’italiano, aveva deciso di trasgredire alla sua astemia e
si era scolato di tutto e di piu’ per rifarsi della sua passata morigeratezza (brindo ai tuoi anni, cara). Il risultato
non ha bisogno di essere descritto su queste auliche pagine (anche perche’
sapete che le mie preferenze vertono sui cagotti), dal momento che il suo stomaco
a quanto pare non e’ piu’ l’inglese di una volta.

Insomma ho
passato il resto del weekend a frizionarlo con acqua di rose, raccoglierlo dal
pavimento, preparargli the verde e coca cola e a subirmi una versione
potenziata delle sue farneticazioni.

         –
Non so come mi sopporti. In effetti, credo
proprio di essermi affezionato a te.

Ho replicato che,
se continua con questa campagna, quasi quasi me lo domando e mi rispondo che lo
mollo e che credo proprio di essermi rotta il cazzo. Ma arriviamo al punto
romantico (ebbene, c’e’, increduli).

         –
No, davvero, realizzo che sei molto
importante.

Mi sono sentita
commossa e l’ho premiato con un pippone psicologico perche’ dovro’ pur usare la
mia laurea in qualche modo. Gli ho detto che apprezzo moltissimo tali
affermazioni da uno che palesemente vede le donne come esseri crudeli miranti a
1) fidanzarsi; 2) sposarsi; 3) rovinare per sempre quella vita ricca di stimoli
frizzanti e pazze avventure che il maschio avrebbe altrimenti avuto da single
(=la playstation non stop, ad esempio). Gli ho detto che ha ragione a pensare
che le femmine siano tutte “male” e che capisco ci sia voluto un po’ prima di
capire in quale eccezione della categoria sia incappato, beccandosi me. Ho
aggiunto che perdono il suo comportamento da schizzato che ha previsto un’iniziale
fase di esaltazione (la famosa “non sapeva se gliel’avrei data” / “se la voleva
assicurare senza regali”), poi una terribile fase di angherie per affermare la
sua individualita’ nella coppia e comunicare al mondo che la sua legittima
fidanzata non lo manipolava (ovvero ha fatto lo stronzo abbestia), infine una
catarsi in cui si e’ spontaneamente reso conto (ha beccato le mie mazzate) che
sono una perla rara e che, in fondo, la vita con me e’ meglio. Ho taciuto, per
incoraggiarlo a proseguire sulla retta via, sul fatto che purtroppo la fase 3
non equivalga alla completa idolatrazione della fase 1 ma piuttosto a un “non
faccio lo stronzo, pero’ in compenso rompo il cazzo e mi ti accollo con tutti i
miei guai”. Cosa che, dal mio punto di vista, equivale comunque a fare lo
stronzo e dunque attendo ansiosa una fase 4 in cui lui si trasformera’ in un
Uomo maturo, pronto a farsi carico dei miei problemi e delle mie spesuccie. E’
evidente che credo ancora alle favole e che di relazioni sentimentali,
nonostante la laurea cum laude,
ancora non capisco niente. Ma arriviamo al punto romantico (che non era questo
ma deve ancora arrivare).

         –
Sono un uomo difficile a dichiarare i miei
sentimenti.

La mia risposta,
con occhi bassi e broncetto e’ stata che lo so e che non mi aspetto che lui
dica nulla, ormai (=manipolazione).

         
-Un giorno ti diro’ “le parole”. Ma, in fin
dei conti, perche’? Tutti le dicono e non le provano
(beati i fessi, aggiungerei io) mentre, per chi si ama come noi, non ce ne e’ bisogno.

Ecco, questo era
il momento romantico.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ammore. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...