L’uomo che venne dal freddo


Essendo al momento impegnata a caricare files su un sito e ad aspettare che
il sito se li prenda, mi sembra giusto cogliere l’occasione per sparlare di un
altro ometto. In una delle tante pause nella mia frizzante storia con il brutto
(di cui si narrera’ piu’ avanti, vista la portata del soggetto), non ho trovato
niente di meglio da fare che rimorchiarmi un uomo del nord. Ma molto nord.
Diciamo che si passa dalla Calabria alla Lapponia. Nonostante la distanza
geografica e la nota differenza di usi e costumi con i suoi predecessori
meridionali, anche costui nascondeva una bella dose di maschilismo che la
sottoscritta ha usato, ovviamente, come scusa per scaricarlo.

Ma andiamo con ordine. Agganciai il fesso durante una vacanza studio
all’estero e me lo ritrovai provolone nei primi tempi di internet, quando
ancora non si sapeva che era pieno di sfigatoni. Il tipo mi corteggio’
strenuamente per mesi, arrivando anche in visita nella mia citta’ natale dove
mi arresi per sfinimento. Questa formidabile tattica di cucco trovo’ il suo
successo nel mio essere sprovvista, all’epoca, di fidanzato forzuto e nel
triste realizzare che l’unico modo di far cessare quei penosi approcci era,
appunto, starci. Sono stata fregata ben due volte da questa strategia e
trovero’ un modo carino e diplomatico per sparlarvi della seconda, che gia’ vi
anticipo ha previsto damigiane di alcool (ero un po’ piu’ difficile ormai).
Spero ora di essere definitivamente vaccinata ma soprattutto ho un fidanzato
forzuto, dall’animo siciliano. Stalkers, siete avvisati!

Tornando al nostro eroe, inizio’ una tiepida relazione a distanza con
brevissimi incontri (almeno ho scroccato una vacanza sulla neve) assai
dilazionati nel tempo. Roba che gia’ la terza volta che ci vedevamo mi ero
rotta le palle. L’unione della mia noia al carattere smidollato del tipo mi
trasformo’ in una tiranna spietata che gliene faceva di tutti i colori “per
spronarlo”. Siccome il tomo non reagiva, reputavo che meritasse una dose
rincarata e cosi’ si creo’ un circolo vizioso che mi porto’ a: 1) trascinarlo
per negozi e rinnovargli il guardaroba; 2) esercitare per la prima volta l’arte
della parrucchiera facendogli delle meches color biondo Barbie; 3) truccarlo. E
chiaramente non glieva davo. Bisogna dire pero’ che stava molto bene, mascara a
parte.

La motivazione per piantarlo fu il suo desiderio di “piantare” a sua volta
le tende nella mia casa al mare d’estate. Ora che ci penso, ando’ cosi’ anche
con il secondo che mi prese per sfinimento. Dunque, uomini, traete una lezione:
se una donna non ci sta e se lo fa vi trucca/traveste/etc., non autoinvitatevi
nella sua casa al mare.

Giuste ragioni a parte, l’occasione per mollare il lappone fu quando il suo
maschilismo represso si paleso’. Stavamo discutendo di un argomento impegnato
(possibile?) e io dovetti aver espresso un’opinione particolarmente arguta
(possibile ) perche’ il tomo mi guardo’ stupito e disse “Ah! Chi ha messo queste
idee
nella tua testolina?” Dall’uso del corsivo capirete quali punti
della sua domanda mi infastidirono di piu’. Come ciliegina sulla torta, ricordo
ancora vividamente che oso’ farmi “pat pat” sulla suddetta “testolina”.

 

Dopo tanti anni lo rintracciai, vive in Canada per sfuggire al freddo della
Lapponia e ha una donna che pero’ non si vuole maritare con lui. Chi avra’
messo questa idea nella sua testolina?


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I miei ex. Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’uomo che venne dal freddo

  1. Pingback: Un anello per ghermirmi e nel buio incatenarmi… | Tacchi alti e sampietrini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...