Movember

Dimenticavo di aggiornarvi sul fatto che acidello non mi gusta più. Venere in Ariete per una volta ha fatto onore al suo nome e, velocemente come mi è piaciuto, mi è spiaciuto. Ho capito che non era ammore ma un calesse, che non era quello giusto per me, che baciava male ma soprattutto che senza barba pare uscito dalla galleria del vento e mi fa ampiamente cagare.

Dovete sapere che in the UK ogni Novembre gli uomini barbuti si sbarbano e quelli sbarbatelli fingono di radersi, per poi farsi crescere i baffi per un mese intero. Perché si ridicolizzano così? Per beneficienza, cosa che qui tira molto. Si scattano foto per documentare il progresso del mustacchio giorno dopo giorno, le pubblicano su un sito e la gente dona denari che saranno poi devoluti all’associazione per il cancro alla prostata. Da cui il nome “Movember”.

Una lodevole iniziativa tutta al maschile che però non mi impedisce di sghignazzare. Insomma, solidarizzo con la causa ma questi aspiranti Magnum p.i. o Clark Gable che deambulano per l’ufficio sono uno spasso, ve lo assicuro. E sono così toccata dalla cosa che mi sono scattata una splendida fotina in cui con i capelli mimo il baffo e mi domando ora se sia il caso di postarla su faccialibro.

Il dubbio è il seguente: la foto è molto sexy, con tanto di vestaglietta cinese, e spararmi la posa su faccialibro aiuterebbe ad irretire il mio target, ovvero giovani pischelli con l’aifòn perennemente connessi a faccialibro. Però lo stesso target si sta anche facendo crescere il mustacchio ed essendo inglese, dunque puritano e bigotto, potrebbe sentirsi sbeffeggiato dalla mia uscita di spirito. Insomma, io vorrei la reazione

a)      “che figa da paura, ed è anche simpatica, prima me la trombo e poi me la sposo”

mentre rischio di ottenere la reazione

b)      “anvedi sta stronza: io mi ridicolizzo col baffo per aiutare i miei confratelli malati e questa che non alza paglia ci scimmiotta così, ma annasse affanculo”

Il confine fra humour e offesa è molto sottile oltremanica, signori miei, e qui non si ciula da troppo tempo per azzardare così alla leggera. Il mio cervello di gallina paranoica e stratega si è messo dunque subito in moto e ha prodotto il piano B. Che non consiste nel pubblicare una foto del mio lato B, no (quello l’ho mostrato oggi ampiamente, essendomi fasciata in una pencil skirt che impediva le normali funzioni fisiologiche come respirare e sedersi comodamente, chissene faceva un culo fantastico), ma nello scaricare la fotina in questione sul mio smartfòn (che posseggo da quando persi il mitico cellulare a cozzetta fiorita, riposi in pace, mentre danzavo appunto col pischello – e comunque me l’hanno dato aggratis al negozio deridendomi perché non avevano modelli più primitivi come avrei voluto io femmina) e, al primo momento buono, mostrarla casualmente al mio target chiedendogli un parere diplomatico-culturale sul fatto se sia opportuno postarla o meno.

Vi farò sapere.

Potreste forse trovare eccessive le mie cautele. E’ che questo paese è strano, come a volte ho sottolineato. Si offendono e si scandalizzano per tutto e in più io non soltanto sono un’italiana lost in translation, ma anche rincoglionita e ultimamente ho azzeccato alcune mosse in società del tipo:

Esempio 1, a mensa

“Donne: facciamo anche noi Movember! Niente ceretta per un mese!”

 “…”

“Ah, ah, ah! Ma tanto io non sono pelosa, tiè scimmiette!”

 

Esempio 2, ad un party elegante. Tutte in nero, io in rosso

“Ho scelto questo vestito perché il nero sarebbe stato banale. Ops, voi siete ovviamente bellissime, signore!”

 

Giusto il fatto che in fondo io sia una buona fa sì che non mi odino ma che mi amino. Capirete però che è già faticoso non inimicarsi le donne, per cui almeno con gli uomini voglio andare sul sicuro. Si sa che sono più suscettibili, specialmente se baffuti. E meno male che, finora, il mio target non parla l’italiano 😉

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Deliri, Londra, Pavoneggiarsi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Movember

  1. Pingback: Mowanda | Tacchi alti e sampietrini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...