Something worse than New Year’s Resolutions: New Year’s Advertisement

Anno nuovo, vita nuova. Ovvero, generalmente non cambia nulla salvo un aumento della pressione su come i prossimi dodici mesi debbano essere forieri di:

          Grande amore

          Grandi diete

          Grandi addii alle sigarette

          Grandi soldi

          Grandi viaggi

          Grandi scuole (no, questa è pubblicità occulta, cancellatela e aggiungete un’altra voce a piacere)

 Giusto 365 giorni per realizzare tutto ciò, che ci vuole.

 A ricordarci la nostra missione, nel caso fossimo parte di quella intelligente minoranza che se ne frega delle risoluzioni (come ero io prima di avere il cuore spezzato, toh), ci pensa la pubblicità. Che si sa, è una cattiva maestra. Non di tivvì parleremo oggi però, bensì dei mitici poster all’interno della metro.

Io, che ho sempre uno sguardo languido e sognante (per aria), naturalmente non me ne perdo uno e di solito li adoro perché vertono su un argomento principale: il deodorante.

Rispetta il tuo vicino: profuma l’ascella.

In questo particolare periodo, si concentrano invece sulle new year’s resolutions tanto per accalappiare il disperato target con nefaste ispirazioni:

          Siti e app per lo smartfòn per incontrare sìngols

          Pillole dimagranti, palestre e cibi pronti a domicilio

          Cerotti anti-fumo

          Agenzie di strozzinaggio

          easyJet

          Safari nel Congo Belga per chi non ha paura dei “rumori notturni” e degli insetti

Il Congo Belga sta bene dov’è e io pure.

Occupiamoci del primo punto, il più succoso: il dating online. Io mi fregio di nutrire una totale avversione al riguardo, ma non so se il mio approccio all’ammore sia tanto più figo in realtà: mi scopo colleghi di un lustro di meno e strizzo l’occhio ai preadolescenti che ogni mattina vanno a scuola vicino casa mia, mentre vado al lavoro (ehm). Tanto quelli sono storditi dagli ormoni della pubertà, vuoi che io non rappresenti il loro sogno erotico?

Cougar, e pure rincoglionita.

Secondo A.M., che è persino più pervertito di me, devo lasciare dei volantini in zona col mio numero e il messaggio “chiamami appena compi 16 anni”. Così non mi arrestano.

Cougar, rincoglionita e preda di pessimi consigli di un gaio laido.

Torniamo ai siti di incontri. In una città così busy come London, figurati se non spopolano: ci sono quelli per workaholic (“mojito in Mayfair fra 1 ora”), per gerontofili (“accompagna Harry e Sally a prendere il the”) e per semplici sfigati. Il mio preferito, che ve lo dico a fare, è quello per gli sfigati. Che Acidello mi ha confessato di aver – infruttuosamente – visitato. Ma non sparliamo di Acidello che oggi mi sta pure simpatico perché ci siamo promessi eterna amicizia.

Cougar, rincoglionita, preda di pessimi consigli di un gaio laido e amica di uno zitellone.

Il sito in questione si chiama eHarmony e promette di combinarvi con un parterre di candidati altamente compatibili a voi. L’anno scorso sui poster c’erano foto e testimonianze di coppie sposatesi grazie al portale, che in effetti avevano molto in comune: erano tutti cessi. Quest’anno devono aver avvertito eHarmony che non è una buona idea diffondere le immagini dei racchi, che trucco, parrucco e photoshop comunque non fanno miracoli e allora hanno assoldato dei bellocci che però una tara ce l’hanno comunque: sono vecchi.

Dalla padella alla brace. Per questo l’online dating non fa per me: a me piacciono boni e giovini. Che poi pischello non sia bono manco per il cazzo, fa niente, io ormai lo vedo come l’uomo più bello del mondo e trovo il suo petto villoso e il suo accenno di panzetta incredibilmente sexy. L’ho detto. Io, che un tempo amavo i toraci scolpiti e glabri.

Cougar, rincoglionita, preda di pessimi consigli di un gaio laido, amica di uno zitellone e innamorata di un ragazzino manco figo.

Cougar e rincoglionita, appunto.

Dall’alto di cotanta saggezza, sparo dunque la mia perla per rimorchiare: usate il deodorante.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento, Londra. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...