A girl can dream

Sere fa ero ad una festa e mi annoiavo discretamente. Quand’ecco che arriva il pettegolezzo della serata: due persone che conosco, lei bella trentasettenne, intelligente e di successo, lui tipo stranissimo soprannominato da me e da Putney “Gustavo La Mazza” (a nostro onore debbo dire che ha un nome molto simile e fa spesso battute sulla sua omosessualità, quindi è stato un po’ gioco forza appiopparglielo), mi comunicano che si sposeranno a breve e che lei è incinta di sei mesi. A me è cascata la mascella, specialmente quando sono partite (a caso?) frizzanti allusioni sul tema ricchionaggine e lui ha esibito lo Sguardo Della Morte.

Ha poi ammirato il mio fantastico chignon con rosa rossa di velluto e si è informato sui dettagli della sua laboriosa preparazione. A quel punto non mi è rimasto che fare a entrambi tantissimi auguri e felicitazioni.

Odio sentirmi come in un episodio di Secsendesiti, ma con un quarto del guardaroba firmato di Carrie Bradshaw.

Anche con un quarto del suo naso però, in compenso.

Il colpo di grazia l’ha dato mother: “lui è bisessuale, preferisce gli uomini ma non disdegna le donne, quella è un buon partito e se l’è pigliata. Lei è all’ultima chiamata per riprodursi e dunque hanno fatto un patto. Bene così, del resto l’amore romantico non esiste!”

Come ho già concluso vari post, meno male che ho ancora ventitré anni e sono piena di belle speranze.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento, Londra. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...