Detox

Si dice che le cose spontanee siano le più belle, e talvolta è vero. Mi sono presa due giorni di vacanza all’improvviso, il culattone tanto saranno mesi che fa la settimana corta (da martedì in poi non lo si vede mai al lavoro) e non ha avuto niente da obiettare. Il culo, nel senso di fortuna stavolta, ha voluto che ci fosse anche il sole e mi sono dedicata ad attività di estremo relax come la pulizia completa della casa e della persona, depilazione ascellare inclusa, digiuno e shopping.

Ieri inoltre è iniziato il famoso corso del vino. Famoso perché mi son vantata con tutti i miei amici di aver avuto la pensata del secolo per rimorchiare: qui in London l’alcool è l’hobby principale e il vino tira tantissimo fra i giovanotti inglesi pretenziosi che vogliono scoparsi donne del continente. Forte di aver fatto la scelta vincente, con le giuste motivazioni ho varcato entusiasta la soglia dell’aula e, ovviamente, mi son trovata in un gruppo di età media 70 anni, con prevalenza di femmine. Fra i pochi ragazzi, un italiano. Lo sospetto avere o le mie stesse motivazioni, o essere ricchione dalle sue movenze aggraziate. Comunque nun me piace, nemmeno dopo 6 bicchierozzi di vino. Un altro tipo decente c’è, ma ha lo sguardo assai spiritato e ciò anche da sobrio. Il corso è di una noia mortale, però i vegliardi inglesi dalle gote rubizze trincano che è un piacere: la garrula insegnante aveva spiegato come fare i gargarismi e poi sputare il vino dopo la degustazione, questi invece non ne hanno fatta avanzare manco una goccia. Cheers. Completa il quadretto una tipa ungherese secchionissima, perennemente con la mano alzata, che ci delizia con osservazioni a iosa sui solfiti, sul colore giallo paglierino dello Chardonnay, sul suolo sulfureo e sul sentore di tabacco e suola di scarpa nel bouquet del vino. Le avrei fatto volentieri sentire la mia suola di scarpa da qualche altra parte.

Lo shopping è andato meglio. Mi son caricata Guidone, che ha fatto la parte dell’amico gay, e ho speso una caterva di soldi comprando, fra le altre cose, un bellissimo cappottino Dior pied de poule che in teoria ho previsto come regalo di natale per mother, ma in pratica indosserò io finché non arriva la lieta festività. Almeno. Del resto non ho specificato di quale natale si tratti.

La cosa che mi sono goduta di più, a parte i negozi poco affollati, è stato il bibitone a Fulham senza i powerful trentenni. Dovete sapere che uno dei segreti della mia pelle di pesca, a parte la fortuna sfacciata, è il bibitone che mi sparo ogni weekend a base di carota, arancia, ananasso, mela, lime e zenzero centrifugati tutti insieme appassionatamente per il modico prezzo di 4 sacchi inglesi. Ho provato a farmelo da sola, ma col frullatore ve lo dico non funziona e così mi reco regolarmente in questo delizioso caffè gestito da ragazzotti alternativi con i brillantini in faccia (gli uomini) e il piercing al naso (le donne), che ha come unica pecca quello di essere frequentato dai powerful trentenni. Chi sono mai costoro, vi chiederete? Gli abitanti tipici del mio quartierino chic, Fulham appunto, che durante la settimana lavorano gagliardissimi in qualche ufficio patinato, mentre nel weekend sciamano a frotte in questa piazzetta piena di bar, delicatessen e negozietti. Si potrebbe obiettare che anche io ricada in questo profilo demografico, e invece no. Vi spiego perché: i powerful trentenni innanzitutto sono in coppia, sono antipaticissimi, alti e magrissimi, di solito siedono l’uno di fronte all’altra e non si parlano, intenti a suggere i loro bibitoni e a digitare forsennatamente sugli smartfòns. Oppure la femmina della coppia, sempre una bionda slavata con il raccolto spettinato come detta la moda inglese, inguainata in una tenuta ginnica con cardiganino largo stile “rubato al fidanzato”, sta ammorbando il compagno con un pippone a scelta fra: 1) fare il cappotto ad un amico comune; 2) lamentele lavorative; 3) organizzazione nel dettaglio della cena del sabato sera, a casa di un’altra coppia di powerful trentenni. Il maschio ha sempre un’aria piccata, forse a causa del furto del maglione, e ha una reazione a scelta fra: 1) leggere una rivista di arredamento senza perdere il ritmo con la digitazione sullo smartfòn; 2) annuire senza perdere il ritmo con la digitazione sullo smartfòn; 3) rimirarsi i bicipiti senza perdere il ritmo con la digitazione sullo smartfòn. Sì, perché anche il powerful trentenne uomo è un fanatico del fitness ovviamente, solo che mentre lei è una fan sfegatata dello yoga e del pilates, lui privilegia la sala pesi. Queste copie antipaticissime di Barbie e Ken mi guardano male ogni weekend, in quanto io essendo spaiata, mezza roscia e dimostrante 10 anni in meno, diciamocelo. Quando penso che sarebbe bello avere un fidanzato, per il gusto di qualcuno che ti abbraccia la notte o con cui viaggiare, ecco che osservo i powerful trentenni e mi passa la fantasia. Son problemi. La povera Culona invece ha ammesso di invidiarli apertamente, son problemi pure quelli.

Detto ciò, si è fatta una certa e il mio beauty sleep mi reclama. Prima però, eccovi un’istantanea della mattina di sole senza powerful trentenni (scattata da una rich and scioperated ventenne e poco più):

fulham

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cibo e bevande, Londra. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Detox

  1. Rino Gattuso, per qualcuno Orlando Bloom, per altri Federer, ma il top è Johnny Pepp! ha detto:

    ‘rimirarsi i bicipiti senza perdere il ritmo con la digitazione sullo smartfòn’

    Mi ricorda qualcuno.

    “Si vede che ho fatto braccia ieri?”

    Mi spiega il motivo di passare da calibri a georgia solo per la chiosa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...