Il buono, il bruto e il cappotto

Nelle puntate precedenti: il bellissimo di rete 4 Fritz ha minacciato di emigrare ad Hong Kong (artifizio degli sceneggiatori, causa dissensi con il resto del cast e calo di popolarità dell’attore fra il pubblico), l’eroina inizialmente si è disperata, poi si è consolata fra le braccia di un aitante nerboruto che però ha poca libertà d’azione perché tenuto sotto chiave da un viados.

 

Nuovo episodio: Fritz tira pacco all’eroina per una cena di lusso. La nostra non si perde d’animo e lo rimpiazza prontamente con un olandese volante, detto anche uomosì per la sua capacità di annuire fra una parola e l’altra. Uomosì si rivela un ottimo commensale, mille volte meglio di Fritz e il colpaccio provoca la gelosia del nerboruto, che intensifica la sua attività di flirt con l’eroina ma nello stesso tempo evita di trovarcisi da solo per paura di fare troppe porcate. La vipera Culona si inserisce nel quadro sgallinando col nerboruto, ma inciampando nel frattempo su un discreto porcello francese e finendo nella di lui magione, grazie anche all’intervento intrigante di Pupillo.

Nonno è sempre presente come ospite fisso al “Porta a Porta” di vitino-da-(Bruno) Vespa Culona e, per incrementare gli ascolti, spiattella in diretta su canale 5 lo scoop del secolo: il Fritz-gate. “Così come Berlusconi elargisce appartamenti o gioielli alle sue mignotte, Fritz getta come esca cappotti scontati e tira su un discreto gineceo aziendale”, racconta il vecchio, con le gote rese paonazze dall’eccitazione per questo scandalo sessuale. “E l’eroina sapeva tutto ciò?” incalza l’infida presentatrice Culona, “Quella rincoglionita? L’ha scoperto dopo quasi un anno, e l’ha pure perdonato la fessa”, sibila il vegliardo. “Poverina, deve essere stato un duro colpo” cinguetta Culona, “Voi femmine siete tutte zoccole e idiote” conclude Nonno.

La scena si sposta in sala mensa, dove l’eroina pranza insieme a Pupillo, culetto A.M., Calimera, Figonovo e il Bovino. Flashback: il Bovino non è altri che la simpatica ragazzotta teutonica dai gusti ambidestri che, mesi addietro, si chiavava Fritz per sport e, con la stessa leggerezza, aveva confidato la cosa all’eroina spezzandole il cuore. Le due avevano anche trascorso un paio di notti insieme, senza scene porno saffiche però (numerose lettere di protesta al riguardo sono arrivate in redazione) e il Bovino si era qualificata come avventuriera sì, ma d’onore dichiarando che non avrebbe più rivisto Fritz perché tanto non gliene fregava un cazzo, perché scopava malissimo e perché non voleva ferire la sentimentalmente coinvolta eroina. Tornando al pranzo in mensa, il Bovino discorre in russo con Figonovo, mentre l’eroina mangia a quattro palmenti scambiando ogni tanto due parole in relax con Pupillo. Quand’ecco, il colpo di scena: Figonovo richiama l’attenzione generale esclamando che il Bovino sta per spendere una cifra spropositata per un cappotto. Aggiunge poi che il prezzo è sì ingente, ma quanto meno diminuito da un forte sconto. L’eroina e Pupillo mangiano subito la foglia, l’eroina capendo che dietro c’è Fritz si complimenta per l’affare e, con nonchalance, chiede al Bovino di mostrare una foto perché son tutti curiosi di vedere questa meraviglia di indumento. Il Bovino arrossisce e abbandona l’allegra tavolata. Calimera, ignara della tragedia appena consumatasi, commenta che è proprio un peccato che il Bovino stia per lasciare la compagnia perché è una così bella ragazza. Pupillo deve intervenire per evitare che ci scappi il morto, visto che non siamo nella “Signora in Giallo”.

Speciale “Porta a Porta”: Nonno e Culona confrontano i tabulati delle conversazioni fra il Bovino e Fritz degli ultimi giorni e concludono che lei si prostituisce per permettersi un lussuoso stile di vita fatto di viaggi esotici e cappotti. Chiamata in trasmissione, l’eroina dichiara che divorzierà ufficialmente da Silvio, cioè da Fritz. Terrà i trench, gli occhiali da sole, la sciarpa e il rossetto in regalo e lascerà lui in mutande rosse troppo larghe. Firma anche un bel patto con gli italiani come garanzia della sua decisione inoppugnabile. Già che si son garantiti la sua presenza sulla poltroncina del talk show, Nonno e Culona indagano sul nerboruto, sperando di poter bissare lo scandalo per la serata. Niente da fare: l’eroina nega spudoratamente di essersi concessa a quel pezzo di manzo, forte della mancanza di prove al riguardo. Culona è dubbiosa ma finge di crederci, Nonno invece se la beve in pieno e, sollevato, osserva: “Ecco perché ti ronza sempre intorno, ti vedrà sicuramente come una sfida”. “The Challenge” diventa così l’argomento in programma per il prossimo dibattito.

 

Cosa succederà negli episodi successivi? L’eroina manderà finalmente a quel paese Fritz, così che il cast dei bellissimi si sfoltisca di questo elemento inviso al pubblico? Nel trailer la vediamo correre al parco con il nerboruto, ci saranno anche scene hot sotto le fresche frasche? Non vi rimane che continuare a seguirci se volete scoprirlo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Deliri, Intrattenimento, Londra. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il buono, il bruto e il cappotto

  1. Rino Gattuso, per qualcuno Orlando Bloom, per altri Federer, ma il top è Johnny Pepp! ha detto:

    Non VI rimane… qua l’unico che ha la password è il sottoscritto…

    Urge cliffhanger nella storia. Che so, una scazzottata tra nonno e nerboruto, col primo che ovviamente stravince prima di cominciare. Certo che a leggerlo così però… sto nonno è proprio anziano e pure tanto rincoglionito:
    1- unico a non accorgersi dei gusti di am/fm
    2- non aveva capito un cazzo di fritz
    3- non ha capito un cazzo di nerboruto
    4- è incontinente (non se sa tené un cazzo)

    La chiamavEno demenza senile… d’altronde s’è consumato a forsa di darsi da fare nel letto, in qualche modo la doveva pur pagare.

    • Cupcake ha detto:

      Lo so, dopo che Fritz e Pupillo hanno scaldato l’ambiente con spinte e minacce ora ci si aspetta molto dai protagonisti maschili… Ma come hai osservato tu Nonno non è più il ghepardo de na volta, essendo stato troppo mandrillo. Lo fanno, lo fanno.

  2. Pingback: The other woman | Tacchi alti e sampietrini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...