La festa dell’ammòre

Santo Valentàino è passato da manco un paio d’ore, che eccomi già qui a spettegolarci su. Il fatto è che gli inglesi, popolo di adoratori delle feste comandate e dei bigliettini di auguri, in questa occasione si scatenano e sempre mi ritrovo rapita ad osservare i loro costumi barbari.

Debbo dire che la partenza di Sciaron, grande testimonial delle spa ed eterna persecutrice degli sfortunati singòl, ha inflitto un duro colpo all’industria dei cioccolatini ma anche quest’anno abbiamo avuto lo stesso i nostri momenti indimenticabili su canale 5.

Dopo le puntate riempitivo di Capodanno, passiamo perciò all’episodio di Santo Valentàino: protagonista indiscusso stavolta è Figonovo, che dopo aver rubato un bacio a mezzanotte all’Eroina si è lanciato alla conquista del gentil sesso e, stando alle dichiarazioni alla stampa che proferisce generosamente ad ogni pranzo, miete vittime a tutto spiano. Il nostro è come miele per le api, così tante gliene sciamano intorno che non sa più come liberarsene! Intervistato dall’Eroina, ha dichiarato che il segreto del suo successo consiste in un approccio blitz dal piglio rapido e deciso: “Voi scopà? Bbene, sinnò vatten’affanculo”. Le femmine, di fronte a tale virile autorità, gli si gettano ai piedi e il poveretto va di ramazza come meglio può. Per fare dell’umorismo fine, si potrebbe concludere quindi che, sia che quagli sia no, sempre scopate rimedia il Figonovo. Beato. Un’altra fortunata mortale è Calimera, che usufruisce dei servigi di agenzia matrimoniale dell’Eroina (Figonovo, sprezzante, ha dichiarato di non averne bisogno ovviamente): già nel suo carnet abbiamo il Sicùlo (qualcuno volò sul nido del) e altri bravi ragazzetti dalla spiccata sensibilità. Gli incontri sono stress-free e comprendono anche cibarie “gratuite”, cosa si vuole di più dalla vita? Rimanendo nel felice mondo degli innamorati, ecco spiccare la coppia dei Culoncini, ovvero Culona e il Porcello Gallico, che rafforzano la loro sintonia con tanto sport, seguendo il principio latino mens sana in corpore sano. Lui è infatti molto esigente, sia in fatto di forma fisica che sul lavoro: porta quasi ogni giorno Culona a trottare e sta rompendo le uova nel paniere aziendale di Nonno. Ne vedremo delle belle quando il vecchio tornerà dalle sue vacanze. Altra coppia degna di nota è quella dei Cosimini, i coinquilini squatter di Pupillo, che tracannano vino rosso, si guardano negli occhi, si sbaciucchiano e invasano fiori a tutte l’ore, per la giuoia del loro terzo incomodo. Pupillo, vuoi per la convivenza forzata, vuoi perché è la sua natura, ultimamente è ancora più dolce e romantico del solito. Ha una parola buona per tutti, uno spirito positivo e ha persino celebrato il Santo Valentàino inviando una bella mail aziendale allegando foto di un maschietto e di una femminuccia (gergo prestato dal Cinofilo) che vomitano. Si sono scatenate risposte da ogni scrivania, da quella innocente di Superman a quella pervertita del Mestruato, persino il Nerboruto ha contribuito con una foto tenerissima dell’Eroina e di Pupillo, che non si sa bene cosa c’entrasse ma lui era convinto. Ha anche rotto il silenzio chat con l’Eroina, dopo averla complimentata per il suo vestito rosso fuoco. L’Eroina però continua sulla via del detox e dell’ascetismo e se lo fila poco, ovvero gli ha fatto solo sapere che sarebbe andata all’opera col Mestruato e che quell’altro gran maschio del Pesca le aveva inviato gli auguri di Santo Valentàino. Questo passa il convento, che possiamo farci.

La filosofia della pace dei sensi comunque si rivela non del tutto bislacca, perché dopo anni di vento di passioni ora la tormenta è solamente meteorologica e la nostra è relativamente serena. Casta com’è, resiste pure all’assalto di ben due uomini nel suo divano letto. Che si trattasse dell’Enigmista Birraio e del Mestruato fa poca differenza. Inoltre, mentre raffiche gelide tentano di scompigliarle i capelli, l’Eroina si avvolge in un foulard in stile Audrey Hepburn, o indossa un baschetto di velluto in stile pittrice cogliona e preferisce l’abbraccio di bravi ragazzi come Uomosì, in amicizia, piuttosto che male accompagnarsi a loschi figuri che la massacrano. Certo, si potrebbe scopare di più (senza essere Figonovi) ma alla fine ha imparato che deve valerne la pena. Tali riflessioni profonde sono state rafforzate dalla visione del “Don Giovanni”, appunto all’opera col Mestruato: questo sfrenato libertino, bugiardo e traditore finisce divorato dalle fiamme dell’inferno, mentre una poveretta che l’aveva sempre amato impazzisce nel vano tentativo di convertirlo e si fa suora. La morale è: meglio cambiare uomo che cercare di cambiare un uomo, pena l’astinenza. L’Eroina, indi per cui, continua a lasciare nel 2013 chi non l’ha saputa apprezzare e dedica il 2014 a se stessa e a chi se la meriti. Anno fiscale o gregoriano, poco importa, del resto anche l’oroscopo dice che le grandi novità partiranno da aprile.

Una chicca della puntata: il cantante che impersonava il perfido Don Giovanni era niente meno che Pupillo.

don giovanni

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Coinquilini, Intrattenimento, Londra. Contrassegna il permalink.

2 risposte a La festa dell’ammòre

  1. Rino Gattuso, per qualcuno Orlando Bloom, per altri Federer, ma il top è Johnny Pepp! ha detto:

    Férmate, Figonovo non era quello della tattica di corteggiamento lunga e stancante?

    Gli ha aperto gli occhi Lei evidentemente, non Le dispiacerebbe “aprirli” anche a Calimera?

    Comunque almeno sto sanvalentino ha portato meno cazzi del precedente… che era stato segnato da un munifico crogiuolo di “grossi” peni.

    • Cupcake ha detto:

      Lo era, ma poi ha deciso di bruciarsi così, quel giovanotto. Anche se giusto oggi ha dichiarato di essersi “calmato”. A proposito di svirgolettati, Calimera fa la riottosa e non vuole chiamare il sicùlo, non va bene.
      Io non ho niente contro i peni comunque, purché siano dal vivo e non in fotografia (includendo anche il display del cellulare di qualcuno).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...