Facciamo nomi

E anche questo Capodanno ce lo siamo fatto. Lo temevo assai, perché sarà almeno un decennio che l’ultimo dell’anno me ne capitano sempre di tutti i colori. Un lustro sicuramente in cui le mie peripezie amorose si concentrano nel periodo natalizio, tanto per gradire. Ad ogni modo, stavolta mi hanno solo perso la valigia in areoporto, che è stata però consegnata in tempo per il bailamme, e bailamme dunque è stato.

Un formidabile trio composto da me, Calimera e Tipino si è diretto in un losco locale a nord di Londra per una scoppiettante festa in maschera. Calimera e Tipino erano vestiti da loro stessi, io da gatto quindi pure. Conto alla rovescia prima di mezzanotte: Calimera che commenta che il loro orologio va male, “The final countdown” sparata a tutto volume, Tipino perplesso. Parte il nuovo anno: coriandoli e palloncini ovunque, io dico “che tristezza infinita”. Tipino ride e Calimera perplessa. Alle ore una i due sono già stanchi e levano le tende, lasciandomi nelle sicure mani di Luke Sofferente. Costui essendo uno dei pochi uomini bellocci della serata, si è meritato tale epiteto perché ballava con aria molto sofferente, tipo come se stesse danzando sui carboni ardenti. Noto subito che mi punta e basta uno sguardo dei miei occhi di brace per vederlo ronzare intorno, danzando sofferente appunto. Improvvisamente però mi parla, si presenta, mi offre da bere e smette di soffrire. Sorride. Scopro le seguenti cose: è del cancro, segno cinese capra (classe 1979), scozzese di origine e londinese di adozione, produttore televisivo e vaga somiglianza con Kenneth Branagh. Tutte queste informazioni me le ha date lui spontaneamente, a parte quella di Kenneth Branagh che l’ho dedotta con i miei occhi di brace. Mi chiede quale sia stato il capodanno migliore della mia vita, io rispondo lasciamo perdere e propongo che sia questo, che tanto è difficile fare di peggio. Lui è molto contento e già che c’è ci prova. Belloccio è belloccio, alto pure, ha offerto alcolici e ha chiacchierato un bel po’: reputo quindi che si sia meritato l’interruzione della mia clausura e così limoniamo e danziamo. Io sono completamente pazza perché mi aspetto sempre che faccia cose strane tipo andarsene via mentre io sono al bagno, o scappare con la scusa di andare in bagno a sua volta. Non che sarebbe stato un problema: sono infatti presa d’assalto, causa travestimento zoofilo, e vengo anche invitata ad un intrigante after party in caso la chiusura del locale alle 4 del mattino non sia abbastanza per me. Il nostro però non se ne va, anzi rimane fino al gran finale che è “Time of my life” e poco ci manca che mi faccia fare il salto alla Patrick Swayze. Io ho un cerotto voltadol sulla schiena quindi capirete che performance. Ce ne andiamo insieme e lui mi invita a casa sua, dietro l’angolo, per “comodità”. Dice che è preoccupato che qualche maniaco possa molestarmi in metro, è pieno di ubriaconi si sa. Io lo ringrazio ma declino e affronto gli ubriaconi. Gli do però prima il mio numero, convintissima che non l’avrebbe mai usato e invece lui mi manda subito un messaggio per assicurarsi che sia arrivata tutta intera.

Io ho conosciuto troppi uomini cafoni, è questo il problema. Non riesco a capacitarmi che qualcuno possa trattarmi bene, sia pure per una limonata di una sera. Tocca che mi ci abitui invece, e seguendo i consigli di Pala-dino è ora che riprenda ad avere qualche appuntamento galante, magari pescando dal carnet che lui stesso mi ha gentilmente fornito.

Vi terrò aggiornati, per ora godetevi la lista dei campioni che hanno superato le prime selezioni:

  • Luke Sofferente
  • Sam Pessimista
  • Michael Psicologo Chopin
  • Greg Gatti
  • Jon Meditazione Orgasmica

Lo so, promettono tutti molto molto bene. Affibbiare soprannomi italo-americani è una delle mie doti, come insegna il caso di David Arrapato. Che, lupus in fabula, si è appena fatto vivo per gli auguri di Natale. Voleva in regalo una mia foto nuda.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Deliri, Intrattenimento, Londra, Pavoneggiarsi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...